Naming e Logo JOLUNE: settore fashion (gioielli)

marzo 2016 naming e progettazione logo

Logo Jolune Gioielli

C’era una linea di gioielli in argento che voleva farsi conoscere su internet. Per questo Tiziano e Daniela mi hanno chiesto di individuare un nome per i nuovi prodotti, da lanciare tramite un sito e-commerce e altri canali online, distinguendoli da quelli proposti attraverso i canali distributivi tradizionali.

Ci siamo incontrati, mi hanno illustrato il campionario e abbiamo fatto le prime considerazioni, individuando un target piuttosto giovane, sia femminile che maschile.

La scelta del nome

L’analisi preliminare

Il naming, è un processo creativo, ma si basa su un approfondito lavoro di ricerca.
Lo studio della denominazione da dare alla nuova linea di gioielli è cominciata con un’accurata analisi della concorrenza.

Era importante capire quali fossero le tendenze dei più autorevoli produttori relativi alla fascia di prezzo in oggetto, ma anche dare uno sguardo al mondo dei produttori di beni di lusso di fascia alta.
Questo permette di delimitare il campo dei concetti e suggestioni già consolidati all’interno del settore di riferimento, ma anche di prendere le distanze da qualcosa che esiste già.

L’indagine preliminare serve anche ad evitare sovrapposizioni nella scelta del dominio dell’eventuale sito.

Le mappe concettuali

A questo punto ho preso carta, penne e matite colorate e ho elaborato una mappa concettuale con degli schemi semantici per individuare parole, concetti, immagini astratte relazionati ai gioielli e all’argento.
Una seconda mappa conteneva invece termini e frasi che fanno parte della sfera emotiva emotiva legata al mondo dei gioielli.

Mescolando e modellando le due mappe ho stilato una lista piuttosto corposa di possibilità, giocando con l’accostamento delle parole.
Ho escluso quelle troppo banali, quelle che creavano coincidenze dal suono sgradevole, quelle troppo difficili da pronunciare o capire.
Infine, ho testato la rosa di nomi rimasta per controllare che non fossero già occupati i domini di riferimento e sono scesa a 5 possibili soluzioni che ho presentato ai titolari.

La scelta del nome

Di queste il nome scelto è stato Jolune, che metteva insieme due parole francesi (lingua che ha un’immediata associazione con la sfera del fashion, della raffinatezza, della moda).

Joli = carino e Lune = luna da sempre associata all’argento

JOLUNE è un nome semplice, facile da pronunciare; detto alla francese ha un suono dolce ma deciso, veloce, sofisticato, ma giovane; pronunciato “giolune” non perde il significato di base, è più forte e misterioso, ma sempre corto e semplice.

Il logo

Una volta trovato il nome bisognava progettare un’immagine che riflettesse il carattere del prodotto.

Un vincolo di cui tener conto era la facilità di stampa anche su piccole confezioni.
Ho usato, quindi, delle forme semplici e piene, adatte alla riproduzione anche a piccolissime dimensioni senza sbavature né perdita di dettagli.

Il logo è monocromatico per consentirne la stampa con facilità anche su carte e cartoncini dalla finitura perlata o metallica senza viraggi di colore, che potrebbero risultare fastidiosi.

Il font scelto è un carattere stampato, senza grazie, di forma decisa ma non massiccio, adatto alla riproduzione in piccola scala ma non ordinario.

Uno spicchio di luna che incontra una luna piena, a disegnare la forma di un gioiello, come fosse un ciondolo sospeso è ora il logo di Jolune.

L’accostamento di nome e logo identifica bene sia il prodotto di riferimento sia l’ambito emotivo a cui si riferisce (molto importante per il mercato del fashion), fornendo un’immagine facilmente identificabile e memorizzabile.

Da 1 a 10

naming
analisi
logo design
packaging
Share it
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE