Sito web fai da te
Sito web fai da te – prima puntata: le soluzioni “5 minuti”

By Lillinoize | Lillinoize Blog | 0 Comments

Tutto quello che devi sapere prima di creare il tuo sito web da solo

Oggi ci sono moltissimi strumenti che promettono di poter fare un sito in completa autonomia in pochi click.
Si vedono spesso annunci come “Crea il tuo sito web in 5 minuti senza avere competenze specifiche“.
Questa frase dovrebbe di per sé far scattare un campanello d’allarme!
La non competenza porterà probabilmente ad un risultato al di sotto delle aspettative, per semplice inesperienza o poca confidenza con i mezzi utilizzati, intesi non solo a livello tecnico.

Il DIY può, comunque, essere una soluzione se cercate un risultato non professionale: può andare bene per un blog amatoriale da far leggere ai vostri amici, per il sito con le foto del matrimonio, per delle pagine dirette a una cerchia ristretta di utenti.

Rivolgervi a un professionista, d’altra parte, non solo vi eviterà perdite di tempo e frustrazioni, ma vi darà la sicurezza di non tralasciare aspetti e complessità della progettazione di un sito web che sia un reale strumento di lavoro.

Un sito in 5 minuti

Tecnicamente è possibile creare un “sito fai da te” senza conoscere una riga di codice, ma di sicuro non in 5 minuti.
E non sempre è la soluzione migliore, soprattutto se parliamo di siti web che devono servire a un’azienda o un’attività come biglietto da visita.
Ancora meno indicata se il sito deve servire a farsi conoscere e aumentare le conversioni e le vendite dei prodotti.

Ho personalmente testato alcuni dei servizi in questione, per capire se potevano essere la soluzione per alcuni amici che non hanno un budget da spendere per la realizzazione di un sito.
Beh, non sono sempre così semplici e intuitivi da utilizzare come promesso e hanno parecchie limitazioni.
Non hanno margine di personalizzazione e tralasciano tutta una serie di considerazioni a cui il non esperto non pensa, ma chi realizza un sito professionale dovrebbe tenere ben presente.

Ci sono una serie di competenze che devi essere pronto ad acquisire prima di poter fare il un sito con le tue stesse mani.
In una serie di articoli ti spiego tutto quello che devi considerare prima di decidere di avventurarti nella creazione del tuo sito web.

Considerazioni preliminari

Il fattore tempo

Per prima cosa devi valutare quanto tempo hai a disposizione: fare un sito internet comporta del tempo tecnico per inserire i contenuti, ma anche essere disposti a perderne altrettanto per preparare i testi, ricercare/acquistare/confezionare le immagini, capire come disporre il tutto in pagina e come collegare le pagine tra loro (la cosiddetta navigazione logica).

Devi, poi, perdere altro tempo per capire come funziona il site builder che hai scelto: per quanto possa sembrare semplice, ogni piattaforma ha una sua logica di funzionamento con cui bisogna prendere confidenza.

Tempo per capire cosa puoi fare e cosa no.
Posso cambiare i colori dello sfondo?
Posso inserire un’immagine contornata da testo?
Posso avere dei menu di secondo livello per classificare meglio i miei prodotti/argomenti?

Insomma, serve tempo per testare il programma sulle vostre necessità.

E spesso si finisce per scoprire che alcune funzioni per voi indispensabili non sono supportate, o che davate per scontate una serie di funzionalità che non sono previste.

Esigenza sul risultato

E qui entra in gioco il secondo fattore da considerare: il risultato che vuoi ottenere.
Devi essere pronto a non essere troppo esigente: per quanto versatili le piattaforme fai da te possano essere, dovrai adattarti alle griglie predisposte senza troppe velleità di personalizzazione.

Preciso che non sto parlando di CMS come Joomla o WordPress, di cui parlerò in uno dei prossimi post di questa serie, ma di quei servizi online, i così detti site builder, che promettono la facile creazione con una sorta di wizard.

Un esempio banale di cosa intendo per personalizzazione.
Potrai inserire (nella maggior parte dei casi) il tuo logo, ma potrai variare i colori della pagina per coordinarli a quelli della tua immagine aziendale (o almeno far si che non ci facciano proprio a pugni)?
Potrai regolare la dimensione delle immagini? Potrai inserirle dove vuoi tu?
Potrai eliminare il riferimento e il logo della piattaforma che stai utilizzando? A quest’ultima domanda (soprattutto per le versioni free) nella stragrande maggioranza dei casi la risposta è no!

Lasciamo da parte tutta una serie di altri discorsi sull’uso dei font, la scelta di dove posizionare i menu, la possibilità di dare risalto a particolari porzioni di testo o sottolineare delle sezioni di pagina con un colore di sfondo un bordo colorato (solo per considerare le eventualità più semplici).

A chi consiglio di provare i site builder on line

Se avete molto tempo a disposizione per testare, capire e valutare il funzionamento di questo tipo di piattaforme potete provare a fare il vostro sito da soli: a mio parere possono essere accettabili solo per siti web personali o ad uso privato di amici e conoscenti. Possono andar bene anche per fare delle presentazioni all’interno di un team di lavoro.

Se cercate una soluzione professionale, che vi lasci il tempo di concentrarvi sulle cose importanti, come la produzione, il contatto con i clienti, la produzione di contenuti di valore; se soprattutto volete creare un sito web che sia veramente uno strumento di promozione per la vostra azienda, contattatemi.

Nelle prossime puntate ulteriori dettagli su come prepararvi a fare un sito.

Share it
Tag:, ,
LASCIA UN COMMENTO
NON PERDERTI I PROSSIMI POST

Volete rimanere sempre aggiornati sul post del blog con i consigli utili per chi si occupa di comunicazione senza essere un esperto del settore?

Vi spiego quali sono le alternative QUI!

Se volete iscrivervi alla newsletter bimestrale cliccate QUI.

Post mensili
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE